YUDANSHAKAI AOSTA - Karate in Valle d'Aosta
home
la nostra scuola
i corsi
gallery
YUDANSHAKAI AOSTA KARATE
SCUOLA   DI   KARATE  " SHOTOKAN"

COS'E' IL KARATE

Karate-do viene tradotto letteralmente in Via (do) della Mano (te) Vuota (kara), dove "via" è una concezione specificatamente giapponese e significa un cammino verso il perfezionamento, e "vuoto" non si riferisce solo al fatto che nel karate non si utilizzano armi, ma ha un significato più profondo legato al raggiungimento di uno stato della mente libera da ogni preconcetto, influenza esterna, egoismo e pronta ad agire nel migliore dei modi.
Il Karate tradizionale è un'arte di autodifesa che usa il corpo con tecniche di parata, pugno, percossa, calcio, combinate con i relativi spostamenti.
La pratica del karate oltre allo sviluppo e mantenimento fisico aiuta a superare i propri limiti fisici e mentali, accresce la concentrazione interiore, la calma e porta all'equilibrio tra corpo e mente. Il karate è mezzo ideale per acquisire il controllo della propria energia attraverso tecniche specifiche e la particolare respirazione propria delle arti marziali.
I principi ispiratori dell'aspetto educativo del karate sono racchiusi nelle 5 regole fondamentali del dojo (dojokun):
perfezionamento,  sincerità,  costanza dello spirito,  rispetto,  autocontrollo.
L'apprendimento e la pratica del karate si sviluppano fondamentalmente attraverso 3 metodiche:

il kihon   • il kumite   • il kata

La pratica del kihon consiste nell'eseguire singolarmente o in combinazione le varie tecniche ripetendole pił volte al fine di impadronirsi del gesto a tal punto da renderlo automatico. Durante questa pratica oltre che imparare gradualmente e sistematicamente le tecniche e comprenderne i principi, l'allievo rafforza il corpo e impara ad usare correttamente la respirazione e la propria energia.
Il kumite è il combattimento tra due avversari nel corso del quale si applicano le tecniche apprese durante l'allenamento del kihon, abituandosi in tal modo a dare alle stesse significati concreti. Il combattimento deve essere affrontato con serenità di spirito, lealtà e correttezza, nel rispetto della dignità personale e dell'integrità fisica dell'avversario. L'allenamento del kumite è graduale: si inizia con combattimenti dichiarati e prestabiliti fino ad arrivare al combattimento libero.
Il kata è un insieme di parate, contrattacchi, spostamenti che si svolgono secondo ordine, ritmo e coordinazione precisi e simboleggiano un combattimento reale contro pił avversari. I kata sono la base della trasmissione dell'arte marziale dai Maestri agli allievi.


I GRADI